Salve Regina – sonetto

287573_bc844

Salve Regina

Salve, Regina di misericordia,
vita refugio nostro e vera spene,
salve, Regina vasel d’ogni bene,
fiume di pace e di tutta concordia.
Salve, Regina che da gran discordia
di Dio a l’uom che ruinava in pene,
sapesti terminar, ond’el avene
che ci perdona il peccato a vercordia.
Madre di grazia e di eterna salute,
Vergene santa, preziosa e degna,
la via di salvazion ora m’insegna
e fa’ la mente mia del tuo amor pregna,
sì ch’io non tema le mortal ferute,
e contra ‘l tuo aversar dammi vertute.

Giovanni Quirini
(poeta trecentesco veneziano)

Questa voce è stata pubblicata in Poesia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *